I Boschi

A fianco dell’oliveto, corre un bosco di circa 120 ettari che sale dal piano fino alla case di Peruzzo con piante di sughero, querce, lecci e macchia maremmana che si tinge di colori secondo le stagioni. Il bosco, percorso da sentieri, offre la possibilità di suggestive passeggiate alla scoperta della flora e della fauna tipiche della Maremma.

bosco_peruzzoIl bosco faceva in origine parte integrante dell’attività agricola dell’azienda: veniva infatti periodicamente tagliato e la legna che se ne ricavava era venduta direttamente o trasformata in carbone vegetale. Oggi il bosco di Peruzzo non viene tagliato e gli alberi ad alto fusto accrescono il fascino del paesaggio riducendo la crescita del sottobosco.

Solo le querce da sughero vengono ogni 10 anni decorticate fra luglio ed agosto, spogliandole di quella sorta di vestito protettivo che le riveste, destinato alla realizzazione di tappi per vino e spumante o materiali isolante per l’edilizia o l’industria. La parte di tronco dove il sughero è stato estratto assume una colorazione rosso vivo che poi perde col crescere della corteccia. Oggi il bosco è luogo ideale per le passeggiate: lungo i sentieri che lo percorrono potrete scendere dalla fattoria fino alla vigna nel piano o inoltrarvi fino al paese di Roccatederighi, per ricollegarvi alla strada comunale asfaltata.

albero_cacoOvunque ruscelli, grandi massi, lecci, querce, sughere, cespugli di corbezzolo, mirto, mortella, e poi ginestra, erica, rose selvatiche in un paesaggio che cambia col variare delle stagioni, che si fa giallo e rosso in autunno e in primavera si colora di fiori selvatici e profumati.

funghi_porcini_e_ovuliMolti anche i frutti spontanei che crescono nelle diverse stagioni, castagne, more, corbezzoli, asparagi selvatici a primavera e svariati tipi di funghi in autunno, tra cui ovuli e porcini.